I trulli e l'architettura bioclimatica

monte del saleprogettazione arrediedifici ad alta efficienzaarchitetture e interni mediterranei
  •  
  • I trulli e l'architettura bioclimatica

    I trulli sono un’ architettura spontanea, nascono dalla normale attitudine dell’uomo a rispondere al contesto ambientale con le risorse disponibili seguendo tecniche tradizionali sviluppatesi con l’esperienza e consolidatesi nel tempo. Queste architetture vernacolari rappresentano la soluzione della gente di Puglia per adattarsi al clima e integrarsi con l’ambiente rispettando naturalmente l’atteggiamento ecologicamento corretto nei confronti dell’ambiente dell’architettura bioclimatica.

    Ingegnose soluzioni dei trulli sono state:

    -          Lo scavo del materiale in loco  e la realizzazione della cisterna

     

    La realizzazione del trullo iniziava con lo scavo della cisterna che era la cava in loco del materiale. 

     

     La cisterna non rappresentava solo una preziosa scorta di acqua piovana così rara in questa terra, ma  anche una preziosa riserva  fresca in estate in grado di raffreddare l'aria che la lambiva l'acqua  ed abbassare così la temperatura  all’interno del trullo.

     ( * riferimento immagine)

     

    -          Il focarile che regola i  moti dell’area interna per garantire ricambi dell’aria  in inverno e il raffrescamento in estate

    In inverno il focarile trasmette il calore verso i locali più ampi del trullo. Solitamente il cono centrale è coperto da un tavolato su travi che serve come deposito e nello stesso tempo serve a non disperdere il calore in altezza. 

              

       In estate invece nelle ore notturne il camino fa uscire l’area calda attirando l’aria più fresca dall’esterno.         

    -          Lo sfruttamento della massa delle murature e della dimensioni delle finestre per gestire efficacemente le fluttuazioni climatiche.

     

    Le murature sono a doppio paramento con intercapedine riempita di pietrisco e materiali di risulta.La forte massività della struttura fa in modo che l’ambiente  risulti confortevole in inverno ed in estate, questo non per le capacità isolanti della pietra, che sono basse, ma grazie alla sue capacità di accumulo termico di sfasamento e di smorzamento. Le ridotte dimensioni delle finestre limitano le perdite di calore in inverno e impediscono la penetrazione del calore all'interno.

     

     -         La foma conica delle coperture e il manto delle chiancarelle, che sono importanti per la termoregolazione.

     

    La superficie sviluppata dalla volta è superiore a quella di una copertura piana questo aumenta la superficie disperdente e traspirante

     

     

    il manto di protezione esterno della volta ( le chiancarelle) oltre a servire da strato impermeabile favorisce la ventilazione della copertura per il raffrescamento estivo (* riferimento immagine )

     

     

      News & Approfondimenti